Politica dei Cookie

 

 

Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Sab, Giu 22, 2024

Politica dal Mondo

Usa al voto per le elezioni di Midterm, Biden: "Dobbiamo difendere la democrazia"

Usa al voto per le elezioni di Midterm. Biden torna ad attaccare l'ala trumpiana Maga dei repubblicani: "Stiamo affrontando tra le forze più cupe che abbiamo mai visto nella nostra storia", ha detto il presidente Usa incitando a "difendere la democrazia". Trump ha reso noto che farà "un grandissimo annuncio" il 15 novembre, ventilando nuovamente la sua ricandidatura alla Casa Bianca. Oltre 41 milioni di cittadini statunitensi hanno già votato. Si eleggono 435 deputati, 35 senatori e i governatori di 36 Stati.

Usa al voto per le elezioni di Midterm, Biden: "Dobbiamo difendere la democrazia"

Giorgia Meloni incontra al-Sisi: focus sui casi Zaki e Regeni

Giorgia Meloni ha parlato con Abdel Fattah al-Sisi dei casi Zaki e Regeni. A margine del vertice sul clima della COP27 a Sharm el Sheikh, in Egitto, il premier italiano e il presidente egiziano hanno avuto un colloquio di un'ora. Hanno discusso di approvvigionamento energetico, fonti rinnovabili, crisi climatica e immigrazione. Come riferito da Palazzo Chigi è stato affrontato il tema del rispetto dei diritti umani e, in particolare, dei casi di Giulio Regeni e Patrick Zaki.

Giorgia Meloni incontra al-Sisi: focus sui casi Zaki e Regeni

Trump verso la ricandidatura. Biden: "Allarme democrazia. Se a Midterm vincono i suoi è il caos"

"Alle elezioni è in gioco la democrazia", il voto "deciderà se preservarla o metterla in pericolo". A meno di una settimana da Midterm, Joe Biden rilancia l'allarme sulla tenuta delle istituzioni democratiche attaccando Donald Trump poche ore prima la rivelazione della Reuters: il tycoon sta considerando di lanciare la sua ricandidatura alla Casa Bianca già questo mese, dopo le elezioni di metà mandato e prima di Thanksgiving, che cade il 24 novembre, una tempistica per sfruttare l'atteso successo repubblicano e bruciare sul tempo tutti i rivali.

Trump verso la ricandidatura. Biden: "Allarme democrazia. Se a Midterm vincono i suoi è il caos"

Sondaggio Fox, 48% a Biden e 40% a Trump

Biden in vantaggio di 8 punti su Trump. E' l'esito dell'ultimo sondaggio elettorale condotto da Fox News che vede Joe Biden, candidato democratico alle presidenziali 2020 ed ex vicepresidente statunitense, con il 48% delle preferenze degli americani rispetto all'attuale inquilino della Casa Bianca, Donald Trump che ne ottiene il 40%. Gli indecisi o a favore di altri candidati sono l'11%. Un mese fa, lo stesso sondaggio dava i due rivali testa a testa al 42%.

Sondaggio Fox, 48% a Biden e 40% a Trump

Elezioni Europee 2019, la legge sul silenzio elettorale del 1984 ovviamente non prevede alcun divieto per i Social e per Internet

Come sempre accade in Italia la legislazione è sempre in ritardo di anni ed anni nei confronti dell'evoluzione della società. Infatti l'utilizzo dei social e di internet anche durante il giorno precedente al voto ed il giorno del voto stesso non è vietato dalla legge che impone il silenzio elettorale per il semplicissimo motivo che la norma che prevede il silenzio elettorale risale al lontano 1984, quando i social neanche esistevano. La legge sul silenzio elettorale nasce il 1956 e poi viene modificata e quindi aggiornata con il decreto legge 807 del 1984.

Elezioni Europee 2019, la legge sul silenzio elettorale del 1984 ovviamente non prevede alcun divieto per i Social e per Internet

Europee: le prime proiezioni, Lega secondo partito nell'Ue, calano Ppe e S&D

BRUXELLES - Popolari e Socialisti non avranno la maggioranza dei seggi alla prossima Eurocamera dopo il voto di maggio per le Europee. Lo dicono le prime proiezioni raccolte dal Parlamento Ue, basate su sondaggi nazionali. Il Ppe scenderebbe dagli attuali 217 seggi a 183, i Socialisti (S&D) da 186 a 135, i Conservatori (Ecr) da 75 a 51, i Verdi da 52 a 45. Salgono i Liberali da 68 a 75, l'Efdd (dove c'è M5S) da 41 a 43, l'Enf (dove c'è la Lega) da 37 a 59. Nelle proiezioni i partiti nazionali sono assegnati nei gruppi politici esistenti.

Europee: le prime proiezioni, Lega secondo partito nell'Ue, calano Ppe e S&D

Lega e M5S: breve analisi dei rapporti tra i gialloverdi e gli USA di Trump 

Come è noto, il governo gialloverde è l’unico dichiaratamente sovranista e populista d’Europa. Sul significato tecnico di queste definizioni c’è e ci sarà molto da discutere, ma resta il fatto che l’Italia presenta indubbiamente questa particolarità. Alle ultime elezioni europee il fronte sovranista, come da sondaggi, non ha sfondato pur avendo ottenuto buoni risultati, tranne per il caso italiano. E qui dobbiamo allora fare una analisi più ampia, essendo l’Italia il punto di congiunzione con il sovranismo populista mondiale, come ha dichiarato più volte l’ex consigliere di Donald Trump Steve Bannon. C’è una connessione tra Brexit/Farage, Trump/Usa e gialloverdi in Italia con lo sfondo, peraltro per niente insignificante, dei rapporti con la Russia di Putin.

Lega e M5S: breve analisi dei rapporti tra i gialloverdi e gli USA di Trump 
Image

Cronaca, Politica, Economia, Cultura, Salute, Ambiente, Tecnologia, Green, Eccellenze

Questo blog è di proprietà di EDR INFORMATICA GROUP S.R.L.S.
Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da Internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Redazione: Via Kennedy, 118 - 87036 Rende (Cosenza) Italia
Telefono: (+39) 0984 1717508 / (+39) 0984 465329 - Fax: (+39) 1782717073
Mail: info@ilmeridioneoggi.it - redazione@ilmeridioneoggi.it
Partita Iva: 03608380782 - Registro delle imprese di Cosenza - Numero di iscrizione: CS-246609
© 2022 - Il Meridione Oggi. Tutti i diritti riservati